GIORNATE DI PRIMAVERA DEL FAI A PORTO VENERE: Apertura della Torre Corazzata Umberto I – Isola Palmaria

Foto Fortezza

Anche quest'anno Porto Venere sarà protagonista delle Giornate di Primavera del FAI in programma per Sabato 24 e Domenica 25 MArzo, in quanto la delegazione spezzina ha scelto di puntare sulla Torre Corazzata Umberto I sull'isola Palmaria.
Il Fondo Ambiente Italiano – FAI – organizza ormai a anni queste giornate con la finalità e l'obiettivo di far riscoprire il territorio e far conoscere le sue bellezze e peculiarità che spesso vengono dimenticate o sono sconosciute e ignorate.
"La manifestazione organizzata dalla delegazione della Spezia ha trovato un grande interesse da parte del FAI nazionale tanto da inserire la visita al Forte Umberto I tra le mete consigliate, quelle che un tempo si chiamavano le "chicche" nazionali, comprese in una lista particolare" ha affermato Marinella Curre capo della delegazione spezzina del FAI.
Tante le collaborazioni instaurate per questo evento. Come lo scorso anno i ragazzi delle scuole spezzine faranno da "ciceroni" e accompagneranno i visitatori, inoltre molte le associazioni messe in campo come Dalla Parte dei Forti, CAI, Mangiatrekking e la PRO LOCO delle Grazie che insieme all'Istituto Alberghiero Casini proporranno cibi della tradizione.
Il Parco Naturale Regionale di Porto Venere, considerato che l'isola ne fa parte, avrà uno spazio dedicato dove poter chiedere informazioni e materiale.
La Marina Militare organizzerà una mostra dal titolo "La storia della Marina Militare attraverso gli scatti dei suoi protagonisti" con fotografie a partire dalla seconda metà dell'800 fino al 1918.
Ad animare le due giornate del FAI diverse attività ed iniziative oltre la presenza dello Spezia Calcio.
Le visite vedranno un contributo suggerito di € 5,00.
Per raggiungere l'isola grazie sono sono state organizzate due tratte di battelli: la prima partirà ogni ora (dalle 9:00 alle 16:00) dalla Passeggiata Morin alla Spezia, mentre la seconda partirà direttamente da Porto Venere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *