Scuola dell’Infanzia e Primo Ciclo Scuola Primaria

edambientalepersito

“Leggiamo il Parco”

“Alla scoperta del territorio, attraverso le sue leggende: percorso leggendario favolistico”
Tino e Tinetto: I miracoli di San Venerio
Tino e Tinetto: Venerio, l’eremita del Tino
Porto Venere: Il corsaro Graffigna
Porto Venere: Chi erano i corsari?
Porto Venere: Un lupo di mare
Porto Venere: Il vino della costa
Le Grazie: La leggenda di Martina
Le Grazie: Marinai e maestri d’ascia
2 incontri in aula di circa 1 ora

Uscita didattica
Al termine degli incontri sarà possibile effettuare un’uscita didattica nel territorio del Parco per ritrovare i luoghi in cui sono ambientate le fiabe e le leggende affrontate.Nel corso della visita del borgo di Porto Venere si potrà effettuare la visita del Castello Doria e quella della chiesa di San Lorenzo dove è conservata la lapide di Giuseppe Graffigna, corsaro della marineria pontificia, vissuto nel ‘600.Nella pineta antistante il Castello saranno organizzati giochi come la ‘Caccia al tesoro dei pirati’, con riferimenti alle leggende lette o ascoltate.

 

“La flora del Parco Naturale Regionale di Porto Venere”

“Le Piante aromatiche della macchia mediterranea: caratteristiche, riconoscimento e utilizzo”
Sia in aula che durante l’uscita l’argomento verrà trattato con un approccio ed una metodologia diverse in relazione all’età ed alla classe frequentata:
per la scuola dell’infanzia si tratterà di un approccio sensoriale, per i bambini della primaria la presentazione fatta in aula delle piante aromatiche potrà costituire il punto di partenza per una ricerca tra gli anziani (nonni, conoscenti) volta ad individuare le piante più utilizzate nella tradizione ligure.
2 incontri in aula di circa 1 ora e mezza
Uscita didattica
Percorso aromatico: individuazione e riconoscimento sul campo delle piante aromatiche presentate in aula.La ricerca delle piante aromatiche sul campo ha lo scopo di stimolare i bambini all’uso dei sensi (olfatto, tatto e vista) avvicinandoli all’argomento in modo istintivo.Sarà possibile realizzare poi elaborati per fissare le esperienze vissute.

“La macchia mediterranea e la sua tutela”
Presentazione e riconoscimento delle principali specie botaniche della macchia mediterranea e fasi di evoluzione della macchia
Norme per la salvaguardia e informazioni sulla tutela antincendio.
Per questo secondo incontro ci si potrà avvalere dell’intervento di un esperto del Corpo forestale dello Stato.
2 incontri in aula di circa 1 ora
Uscita didattica
L’uscita sull’isola Palmaria consentirà di osservare l’ambiente di sviluppo della macchia mediterranea e il sistema antincendio realizzato sull’isola.

 

“La fauna del Parco Naturale Regionale di Porto Venere e dell’Area di Tutela Marina”

“Gli abitanti del mare: chi sono e dove si nascondono?”
Nel primo incontro verranno presentate le principali specie presenti nell’area protetta attraverso immagini e breve filmato.
Nel secondo incontro verrà organizzato un laboratorio: riproduzione degli animali marini con materiale riciclato o carta (origami naturalistico)
2 incontri in aula di circa 1 ora e mezza
Uscita didattica
Escursione in videobarca nell’Area di Tutela Marina del Parco. Durante l’escursione gli alunni potranno seguire su un video posto sul battello la vita dei fondali interagendo, grazie a comunicazioni via-cavo, con un subacqueo al quale sarà possibile fare domande e chiedere spiegazioni in diretta.

“Il Santuario dei Cetacei Pelagos”
Delfini, balene, capodogli: presentazione e riconoscimento delle diverse specie presenti nel mar Ligure con immagini e filmati.
Laboratorio: riproduzione degli animali con materiale riciclato o carta (origami naturalistico)
2 incontri in aula di circa 1 ora e mezza
Uscita didattica
Escursione naturalistica in battello per avvistamento cetacei oppure escursione in videobarca.

“I rettili del Parco”
Una vita appesa al muro: gechi e lucertole. Il tarantolino e la lucertola del Tinetto.All’interno dell’area del Parco sono presenti alcune specie di rettili ‘rare’ , protette a livello europeo e regionale, tra queste il tarantolino (Euleptes europaea), il più piccolo tra i geconidi, endemico del Mediterraneo occidentale, con una diffusione frammentata e prevalentemente insulare che lo rende specie vulnerabile e ‘a rischio’.
La sua presenza sulle isole del Tino e Tinetto è documentata fin dall’Ottocento.Per i più piccoli, scuola dell’infanzia e primo ciclo primaria: la storia del tarantolino Nino, nata dalla fantasia dei bambini dell’Istituto Comprensivo “G.di Giona” di Porto Venere, e arricchita di semplici nozioni scientifiche con giochi didattici e schede appositamente formulati.
2 incontri in aula di circa 1 ora e mezza
Uscita didattica
Escursione sui sentieri dell’isola Palmaria per avvistare lucertole e gechi.

“Colori in volo. Nel magico mondo delle farfalle”
Come nasce una farfalla: il ciclo biologico.
Presentazione delle specie più diffuse sul territorio del Parco.
Laboratorio di colore: dipingiamo le farfalle con la tecnica della pittura speculare.
Uscita didattica
Escursione sull’isola Palmaria nel periodo di maggiore fioritura per l’avvistamento delle farfalle.